Scalo

Scalo riflette la condizione sociale dell’uomo. La globalizzazione sottopone l’uomo a cambiamenti legati allo spazio e al tempo. Scalo è un rifugio temporaneo atto a ospitare studenti, studiato anche per essere utilizzato nella città. Composto da un blocco centrale con una funzione privata, contiene quattro posti letto, in cui vivere il rifugio completamente isolati, in uno spazio a misura d’uomo. Lo spazio pubblico è destinato alla scala e alla terrazza, luogo dove passare il giorno e la notte attraverso un sistema di arredo esterno. Chi abita Scalo può vivere le due realtà del rifugio: riposare isolati o condividere la notte. La sua struttura, interamente in legno, è formata da pannelli tamburati con un sistema ad incastro per un montaggio-smontaggio rapido ed è sostenuta da una base lignea di supporto alle pareti. Scalo è stato pensato per un riutilizzo produttivo nella città. I pannelli della struttura si riassemblano divenendo arredo urbano mentre la struttura diventa spazio per le stazioni, gli aeroporti, luoghi dove si vive lo spazio “tra”, il tempo dell’attesa. Scalo riflette la realtà, un “centro di permanenza temporanea” in cui aspettare, vivere.

divisodue-scalo-5
divisodue-scalo-4
divisodue-scalo-3
divisodue-scalo-2
divisodue-scalo-1
divisodue-scalo-6